AUC RATIO

Per il concetto di AUC (area under the concentration curve) vedi la pagina “INFO” al secondo punto.

Il terzo box mostra se ci sono studi sulla modifica delle concentrazioni tra le coppie di farmaci della combinazione selezionata

Analoghi dati, in modo più approfondito, possono essere visualizzati a partire un’apposita icona:

Questo apre una pagina dedicata in cui è possibile avere informazioni anche in forma grafica.

Per iniziare selezionare un principio attivo nel menu. Un secondo menu comparirà sulla destra con l’elenco dei principi attivi modificati dal primo.

Selezionandone uno, il grafico mostrerà il livello della variazione, che potrà essere più o meno significativa. Valori tra 0.8 e 1.25 sono considerati non significativi, cadendo in quella che viene chiamata area di bioequivalenza. Sotto al grafico è specificato il riferimento bibliografico, le dosi utilizzate nello studio, la dimensione del campione e vie e frequenza di somministrazione. Viene anche segnalato se la variazione della AUC si riferisce ad un principio attivo o ad un suo metabolita.

 

La AUC considerata è di solito la “AUC inf” – inf = infinite – (l’intera area sotto la curva delle concentrazioni ematiche). Nel caso in cui gli studi non riportino la AUC inf si fa riferimento all’AUC più lunga riportata nello studio.

Il dosaggio è riportato come dose giornaliera totale. Se necessario viene riportata la distribuzione delle dosi durante il giorno.

Talvolta gli studi riportano dosi variabili. In questo caso il trattino (p.e. 30-60 mg) significa il range tra due dosaggi, mentre la barra (p.e. 400/200) significa che  il dosaggio è stato cambiato durante lo studio, in aumento o in diminuzione, rispetto alla dose iniziale.

Qualche volta la rappresentazione grafica di uno studio può essere confusiva, pertanto lo studio è riportato in modalità testuale nelle sezioni precedenti). E’ il caso di studi con inibitori potenti che paragonano dosi basse di substrato con un controllo a dosaggi più alti. Per esempio, in uno studio l’ AUC di sildenafil 25 mg con darunavir / ritonavir 800/200 viene comparata con 100 mg sildenafil dato da solo: l’AUC che ne risulta (= 0.97) indica in questo caso un incremento sostanziale dei livelli ematici di sildenafil in presenza degli inibitori.